Barbo a.k.a. Mr. BO presenta “Giullari e Re”: Due facce della stessa medaglia

BarboBarbo a.k.a. Mr. BO, all’anagrafe Andrea Cafarella (classe 1989), nasce e cresce nella Città di Messina, dove diventa anche dottore in D.A.M.S.Musica e Spettacolo“, partecipando al movimento artistico cittadino anche in ambito teatrale, cinematografico e letterario. E’ ormai parte integrante di una realtà sociale ed artistica insulare abbastanza difficile e statica (purtroppo!). Comincia la sua esperienza musicale nel 2005, fondando assieme a Rico e Sippo il gruppo Hip-Hop dei “Livello 0“. A questi si è aggiunto poi Clope. Con questa formazione inizia ad esibirsi a Messina e in provincia, facendosi conoscere nella scena musicale siciliana con “Come Siamo?!“. Successivamente entra a far parte del collettivo “SoulSearching assieme a MalebbaJareed, Mistafunk, Fuze e SleeMusiq. I “Livello 0” si pongono come una grande realtà musicale all’interno della Città di Messina, suonando a moltissimi eventi underground, tra cui l’apertura dei concerti di ColleDerFomento, Caparezza, Clementino, DonDiegoh e Paura, proponendosi con il nuovo EPChi Non“, con la voglia di portare l’Hip-Hop messinese in tutta Italia. Nel frattempo, gli ormai “cresciuti” Rappers dei “Livello 0” hanno iniziato a proporsi singolarmente, alla ricerca di nuove avventure e di nuovi stimoli in ambito artistico e personale.

Barbo 2

Barbo a.k.a. Mr. BO ha deciso di concedere un’intervista in esclusiva per ilnuovo.wordpress.com, parlando dei suoi progetti musicali passati, presenti e futuri.

5350_140560996141061_507573056_n

Quando è avvenuto il tuo esordio nel mondo della musica?

“Nel 2005 mi son riunito per la prima volta con gli altri membri dei “Livello 0” (Rico, Sippo, Clope), parlando di questo progetto, e scegliendo il nome del gruppo ed una serie di altre cose.”

Da cosa nasce la tua passione per il Rap?

“La mia passione per il Rap nasce circa una decina di anni fa. Avevo da poco conosciuto un gruppo di Breaker, quelli che poi sono diventati i miei fratelli, e in quel periodo non facevamo altro che stare assieme e vivere Hip-Hop. Poi piano piano la cosa si è evoluta, gradualmente. La mia passione per l’Hip-Hop rappresenta un modo di vivere che dovrebbe lasciare il mondo a bocca aperta, a parer mio.”

Come mai giudichi l’Hip-Hop come uno stile di vita più che come un vero e proprio genere musicale?

“Perché secondo me rappresenta questo. Ho conosciuto un sacco di persone che vivono Hip-Hop senza tuttavia praticare nessuna delle sue discipline. L’Hip-Hop è innanzitutto una cultura, che ha una storia ben precisa e dei valori che vanno rispettati. E’ più di un genere musicale, è un modo di essere che porta a produrre, e che negli anni ha prodotto, quelli che sono i generi artistici più in voga in tutto il globo: dall’arte visiva, al ballo, alla musica. Si tratta di un modo di vedere le cose e poi di prenderle e trasformarle, e ingloba tutto, per chi lo vive.”

Il tuo esordio nel mondo del Rap è avvenuto con i “Livello 0”. Il nome del vostro gruppo da cosa è nato?

“Cercavamo qualcosa che fosse legato alla nostra isola, e abbiamo scelto il livello del mare. Inoltre simboleggia la voglia di migliorare senza fermarsi mai, proprio perché dal livello 0 non si può far altro che andare più su, e dunque migliorarsi. Queste due componenti, l’essere isolani e l’umiltà (anche se a quel tempo non ne avevamo idea), ci hanno sempre contraddistinto, aiutato e segnato, permettendoci di raggiungere traguardi importanti e di toglierci delle belle soddisfazioni.”

Come mai i Rappers, solitamente, usano uno pseudonimo per farsi conoscere?

“Come ti dicevo prima, l’Hip-Hop rappresenta una cultura ed un movimento, e ha delle particolari caratteristiche: una di queste è proprio l’uso delle Tag, pseudonimi che indicano una determinata capacità o peculiarità del personaggio. E’ come se nella comunità Hip-Hop ci sia un altro modo di riconoscersi, e quindi anche di chiamarsi. Forse un modo molto più vero e ragionato, piuttosto che quello dell’uso del proprio nome.”

Il tuo esordio da solista quando è avvenuto?

“In passato ci sono stati degli episodi sporadici di produzioni da solista, e adesso ho deciso di creare un lavoro tutto mio, ma questo non vuole assolutamente dire che io non faccia più parte dei “Livello 0“. L’idea di fare questo lavoro è venuta dalla spinta di OperaSilenzio, un Producer del Salento, ora come ora il mio collaboratore più stretto. Verso gennaio mi ha contattato chiedendomi di fare un lavoro assieme, dopo una collaborazione fatta per il CDSimpleMinded“, e non ho resistito. Quando le cose si son messe bene ho cominciato e non mi son fermato più.”

Il tuo primo EP come si intitola?

“L’EP da solista, che uscirà a luglio, si chiama “Giullari e Re“, ed è già per metà sul web. Ma io sto già pensando al prossimo lavoro…”

Quale singolo hai scelto per lanciare “Giullari e Re”?

“Sto cercando di dare spazio a tutti i singoli dell’EP. Il primo, e quello di apertura, è stato “Sono Quello Che” reperibile su YouTube, che è stato scelto con molta cura per lanciare il lavoro.”

Il tuo EP è incentrato su qualche tema in particolare?

“Il tema che attraversa tutto l’EP è la doppiezza, che è una mia caratteristica essenziale, ma che ritrovo in tutti i problemi e le persone che incontro. Questo poter essere Giullare e Re in una stessa persona, contemporaneamente, mi affascina molto. Ho usato un gioco semplice per fare una cosa complessa, anche nell’ordine delle tracks.”

Pensi che in Italia ci sia la cultura del Rap? O ancora siamo più indietro rispetto ad altri paesi anche sotto questo punto di vista?

“La cultura del Rap è globale, si sta espandendo sempre più, e in ogni Paese rispecchia la cultura dove si insedia. In Italia la cultura musicale è bassa ed ignorante, e sopratutto non esiste un mercato medio. Questo porta ad avere un’infinità di artisti con poco seguito e poca disponibilità economica, che fanno buona o cattiva musica, ed una decina di Superstar che fanno i milioni. In questo modo risulta difficile l’educazione ad un genere che è prima di tutto una cultura.”

Moreno, vincitore di “Amici”, ha ottenuto il Disco di Platino in meno di un mesi. Il fatto che i Talent-Show abbiano deciso di lanciare la musica Rap per la prima volta lo giudichi positivo?

“I Talent-Show, come d’altronde MTV Spit, tendono a dare prodotti di bassissima qualità, per cui chi si approccia all’Hip-Hop partendo dal Talent-Show ha per forza di cose una visione svilita e svuotata del movimento. Ma da un punto di vista generale, il fatto che esistano queste realtà in espansione, vuol dire che ce ne sono anche delle altre più serie e magari più in ombra, che vanno crescendo pian piano. Inoltre la TV può anche far avvicinare un sacco di giovani curiosi, che poi capiscono qual’è la vera essenza del movimento Hip-Hop.”

Molti Rappers (tra cui Fedez), per iniziare a farsi conoscere, hanno utilizzato tantissimo il Web. Stai facendo anche tu la stessa cosa?

“Il mio obiettivo non è farmi conoscere. Trovo che il Web, come le nuove tecnologie in generale, siano utilissime, per arrivare ovunque da casa propria. Quello che le rende un ammasso di roba, senza una vera identità, è la mancanza della componente reale, in questo caso il live. E questo dipende tutto dagli obiettivi. Il mio obiettivo, adesso, è fare ascoltare un prodotto che possa essere portato live, e quindi suonare. Più fai, più arrivano possibilità da tutte le parti.”

Hai appuntamenti live prossimamente?

“Il 22 giugno suoneremo al “CalabrHip-Hop“, a Catanzaro. Si tratta di un grande evento al quale prenderanno parte anche Kaos e Kiave. Ad inizio luglio, probabilmente, la prima data sarà a Messina al Teatro Pinelli, e continueremo per tutto il mese, sperando di convincere sempre di più ad ogni live.”

Ringraziamo Barbo a.k.a. Mr. BO. Vuoi salutare tutti i lettori con una frase che ti rappresenta al meglio?

BE REAL: Essere e vivere veramente è essenziale.”

Barbo 3

Ecco il video di “Essere”, il nuovo singolo di Barbo a.k.a. Mr. BO

 

Fabrizio Bertè

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: