“Abbiamo scelto la Scozia all’Inghilterra: qui si vive meglio, non torneremo più”

“Partire per non Tornare” é stato il primo articolo del mio blog – ‘Un Ponte per Caledonia‘ – dove racconto come si vive in Scozia: una terra spesso sottovalutata e “schiacciata” dalla presenza inglese.

La mia storia comincia lo scorso giugno, quando ho pressato la mia vita in una monovolume, caricato i miei due cani, e sono partita da Albissola Marina in direzione Glasgow.

Francesca Muratore

Francesca Muratore

Ad attendermi, Simone, mio marito, partito con un mese d’anticipo per cercare una stabilità che permettesse un eventuale trasloco di tutta la famiglia. Unico punto fermo un appartamento.

Dopo l’emozione, la speranza e l’euforia che si provano nel fare un passo così arduo, i primi tempi ti senti completamente spaesato.
In un posto dove non hai nessuno, non conosci nessuno, soprattutto all’inizio, il fatto che nessuno parli la tua lingua madre ti destabilizza. Perdi ogni certezza. Quello che nessuno dice è che l’impatto è feroce: la solitudine t’investe. Ti manca casa, i tuoi amici e la tua famiglia.

Quello che io non ho detto a nessuno è che ogni sera, prima di
addormentarmi, pregavo di non sognare l’Italia e tutte le persone che avevo lasciato; cosa che invece accadeva spesso.
Questo vuol dire partire, partire per non tornare. Piano piano passa.

Dopo 3 settimane ho trovato il primo lavoro; ad agosto io è mio marito siamo stati chiamati dall’IBM, dove, dopo 4 mesi, siamo passati in un international team con contratto a tempo indeterminato.

Nel frattempo essendo io laureata in Tecniche Ortopediche, ho fatto domanda, a Luglio, per avere una Registrazione Temporanea all’HCPC, Health and Care Professions Council. L’iscrizione l’ho ricevuta solo il 30 Aprile 2014. Le procedure sono piuttosto lunghe, perché si accertano se i documenti e tutte
le referenze sono reali.

In questi 11 mesi abbiamo cambiato 3 appartamenti: da Glasgow a Greenock fino a Gourock – 11.000 anime a dieci minuti dal lavoro – . imageAdoro questa nuova casa, perché la sento proprio mia, anche se siamo in affitto. E’ spaziosa, ha 2 camere da letto, cosí i nostri genitori e amici potranno venire a farci visita, un salotto ampio e una cucina grande, cosa rara in

Scozia, perché non é usuale cucinare, come siamo soliti fare in Italia.
Abbiamo anche un piccolo cortile privato dietro casa e una giardinetto con parcheggio di fronte. Per la felicitá anche dei nostri 2 carlini.

Cosa mi apetta nel futuro, non lo so: sará una sorpresa.
Quello che ho trovato qui é una stabilità economica, gentilezza e felicità. Abbiamo una vita semplice, ci siamo fatti molti amici, scozzesi e provenienti da altri paesi dell’Europa. Indietro non ci tornerei più.

Le persone qui sono davvero molto gentili: se possono ti aiutano e sono molto rispettosi nei confronti del prossimo. Per esempio se stanno facendo la fila per la posta, o per salire sull’autobus, nessuno passa davanti a nessuno e se c’é una piccola incertezza, su chi doveva passare prima dell’altro, fanno a gara a chi è il piú gentile nel cedere il passo.

Il mio blog, Un Ponte per Caledonia, é nato ad ottobre 2013, perché sentivo il bisogno di raccontare e condividere le mie esperienze. Ogni tanto riesco a dare qualche consiglio, aiutando qualche connazionale che vorrebbe
trasferirsi qui.

Il mio sogno? Avere una vita normale, un lavoro e una casa. E questo sogno si è avverato. Ogni giorno mi sveglio guardando il mare dalla finestra della nostra camera e sono sicura che avremo un futuro brillante, un posto nel mondo che ci siamo costruiti, affrontando difficoltà e fatica. Nella terra della meritocrazia.

imageFrancesca Muratore

Annunci

3 Responses to “Abbiamo scelto la Scozia all’Inghilterra: qui si vive meglio, non torneremo più”

  1. Pingback: Intervista a: Il Nuovo – Quello che gli altri non dicono… - Un Ponte per Caledonia

  2. questo sogno si avverato 14 anni fa, si a volte e’ difficile vivere fuori ma mi basta leggere articoli come questo per riconfermare a me stesso che indietro non ci tornerò’ mai

    Mi piace

    • domenico says:

      Ciao Francesca bel racconto l ho letto tutto. Mi trovo nella tua stessa situazione iniziale e voglio cambiare la mia vita.mi hanno fatto una proposta li a Glasgow lavorare nella gastronomia mi offrono 1800 € con alloggio per iniziare. Ci si può mantenere con questa somma. Spero una tua risposta cordiali saluti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: