#QuiLondra – Affittare casa è diventata un’impresa, così come vivere qui

72 miliardari. E’ cosi che Londra si aggiudica il primato di città con maggior numero di miliardari del mondo. Lo svela il Sunday Times che ha recentemente pubblicato uno studio sul numero di residenti in città con un patrimonio superiore a un miliardo di euro.

La capitale britannica supera quest’anno persino Mosca, in vetta l’anno scorso con ben 48 miliardari, e New York ferma a quota 43.
Tra noti imprenditori, personaggi dell’alta finanza, sceicchi e magnati russi spuntano i nomi di Roman Abramovich, proprietario del Chelsea, il cui patrimonio è stimato intorno agli 8 miliardi di sterline e Richard Branson, con 3 miliardi e 600 milioni. E cosi, il divario tra ricchi e poveri aumenta.

Londra City

Lo Shard sulla sponda Sud del Tamigi, Liverpool Street ed i grattacieli della City sull’altra

Londra è sempre stata meta ambita dai cittadini di tutto il mondo. Tuttavia, nell’ultimo periodo, c’è stata una forte impennata anche da parte di molti italiani. Ovunque, in città senti parlare italiano. Molti turisti ma anche moltissimi connazionali che scelgono di lasciare l’Italia in cerca di maggiori opportunità e che spesso si confrontano con una realtà diversa da quella che si aspettano.

E se c’è chi pensa che chiunque abiti a Londra viva in una Reggia, si sbaglia di grosso. Il mercato immobiliare in città è un tasto dolente per chiunque. Sia che si tratti di affitto o di vendita le opportunità si riducono all’osso.
I prezzi degli immobili sono infatti alle stelle e, continuamente, soggetti a rincari. Per l’affitto di una stanza, singola o doppia, i prezzi variano dalle 300 alle 1000 sterline mensili.

Alcuni fattori da considerare sono la distanza dalla metro, dai bus o da altri servizi e le condizioni dell’abitazione. Spesso si trovano delle vere e proprie catapecchie, abitazioni vecchie e fatiscenti con muri e soffitti che crollano e dove la muffa è di casa. L’acqua calda? E’ un lusso. Le condizioni igieniche? Meglio non parlarne. Gli altri coinquilini? A seconda della zona, sarebbe meglio chiudere la propria camera con tre o quattro lucchetti. Come si suol dire, meglio prevenire che curare. Nonostante tutto trovare una camera discreta a Londra non è facile ma neanche impossibile, fortunatamente. Bisogna continuare a cercare e soprattutto farlo con criterio e questo lo si comincia a capire solo dopo un periodo di permanenza in città.

Relativamente all’affitto di un appartamento molto spesso ci si rivolge alle agenzie immobiliari grazie alle quali si evitano molte sorprese. Anche lì bisogna sapere individuare l’agenzia seria.
La scelta è vasta e varia in base alle esigenze dell’affittuario. Così come per le stanze, il discorso è identico: più ti avvicini al centro e ai servizi, maggiore sarà il costo. Inoltre, maggiore sarà il numero dei coinquilini, più si risparmia perché si divideranno le spese. Qua i prezzi variano sempre in base alla zona, al tipo di abitazione (monolocale, studio, bi o trilocale), alla posizione e alle esigenze di chi affitta.

Juli Piscedda

Juli Piscedda, giornalista italiana from London

Giardino, terrazza, garage, balcone, cucina (spesso non abitabile se vuoi risparmiare) o salotto? Tutto ha un suo costo aggiuntivo. I prezzi oscillano dalle 700 sterline per un monolocale alle 2000 sterline per un trilocale.
L’acquisto di un appartamento nella City, invece, è un lusso che pochi possono permettersi. Si parla, direttamente, di ville con piscina o giardino, e loft da mille e una notte. I prezzi? Alle stelle.

Londra è una città che offre tante opportunità, ma il più delle volte, sono correlate allo status sociale. E purtroppo il divario tra il ceto medio e quello benestante è sempre più evidente.

Juli Piscedda

Annunci

One Response to #QuiLondra – Affittare casa è diventata un’impresa, così come vivere qui

  1. Matteo says:

    300 per una singola non so dove la trovi…si parte almeno da 500 (sempre che nn vai oltre zona 4). Vivere nella City della città più cara della Terra è un’idea senza senso…vivresti mai a Milano di fronte al Duomo? Solo pochi se lo possono permettere e a Londra è la stessa cosa. Io odio le persone che dicono “Londra è cara”…certo, vuoi vivere a Oxford Street, mangiare al ristorante e magari prendere il taxi per muoverti? E’ cara, ma paragonala a vivere in centro a Milano o Roma. La differenza non è molta, con la differenza che Londra è bellissima e gli stipendi non sono da fame come a Milano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: