Accorinti ha le sue colpe, ma il problema di Messina è un altro

Le critiche mosse nei confronti del sindaco di Messina, Renato Accorinti, sono state molte, provenienti soprattutto da consiglieri comunali. L’ex insegnante di educazione fisica si è insediato a Palazzo Zanca poco meno di un anno fa, trovando sul tavolo non pochi problemi. Primo tra tutti il pericolo default, che il Comune è riuscito a scongiurare.

Un problema che invece l’Amministrazione Accorinti non è riuscita a risolvere è quello relativo alla continua emergenza rifiuti in città.  Dell’annosa vicenda se ne sta occupando anche Leonardo Termini, consulente dell’Amministrazione comunale, che sta supportando la Giunta e le aziende partecipate come Messinambiente nell’azione di approfondimento e razionalizzazione dei bilanci.

Nella città dello Stretto, però, non sono molto contenti del suo operato. Primi tra tutti alcuni cittadini, gli stessi che avranno deciso di dare alle fiamme la sua auto mentre era parcheggiata sotto la sua abitazione. È come se la questione rifiuti fosse sotto controllo, sotto controllo delle persone sbagliate.

Saranno mica le stesse persone che, come modus operandi, smaltiscono i propri rifiuti accanto ai cassonetti? Le immagini che vedete, scattate stamani in via Palermo all’altezza della rotonda bassa di Giostra, si commentano da sole.Emergenza rifiuti a Messina

“Messinambiente – come sottolinea il suo commissario liquidatore, Alessio Ciacci – da ormai due mesi ha avviato una strategia di rinnovamento aziendale e di miglioramento nella qualità dei servizi. Se possiamo dirci soddisfatti per aver liberato la città, ancora non possiamo esserlo né per la pulizia delle strade, né per la raccolta differenziata”.

Secondo Ciacci, Messina sarebbe dunque libera dall’emergenza rifiuti. Se la situazione, in tanti quartieri della nostra città, resta quella che mostrano queste immagini, devono esserci dei difetti di comunicazione tra la V Circoscrizione, il Comune e Messinambiente.image
Sono tanti i consiglieri comunali, specie nel centrosinistra, eletti grazie ai voti della V Circoscrizione. In perfetto stile politichese, però, hanno subito dimenticato la provenienza e le modalità con le quali sono stati raccolti i voti.

Non lesinando (giuste) critiche al sindaco Accorinti, accompagnato da persone non sempre all’altezza delle sue idee di rinnovamento e di “cambiamento dal basso”, sarà mica che i problemi non risolti dal Comune abbiano molti più colpevoli di quelli che, consiglieri a volte nemmeno laureati, vogliono far credere ai messinesi?

@HermesCarbone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: