#QuiLondra – La capitale si colora d’azzurro per il debutto mondiale tra Italia e Inghilterra

Mancano solo tre giorni all’inizio dei Mondiali 2014, che quest’anno si disputeranno in Brasile ma qua a Londra è già tutto pronto da settimane. Come previsto il lato multietnico della città comincia a prendere forma e la capitale si dipinge dei colori delle varie nazionali. mondiale 1Le bandiere sventolano ovunque: dai balconi delle case alle auto. Non mancano di certo gli stand carichi di gadget come sciarpe, trombette, gagliardetti, magliette e portachiavi delle singole nazionali. Persino le vetrine di molti pub sono decorate da almeno un mese. Ebbene si, il clima di festa è nell’aria e le vibrazioni sono contagiose e non si nasconde la rivalità che serpeggia, da sempre, tra italiani ed inglesi. E non solo dal punto di vista calcistico. Per certi versi, i rapporti tra italiani e inglesi sono spesso stati spinosi e gli stereotipi nei confronti degli italiani sono duri a morire. Ma non si nasconderà anche un pizzico di invidia? Se da un lato, infatti, ci etichettano come mammoni, fannulloni e mafiosi, dall’altro, in realtà, di noi apprezzano, o per meglio dire, invidiano tutto: dalla cucina al clima, dal MADE IN ITALY al nostro stile di vita. Dobbiamo ammettere che tra tutti i difetti che possediamo, si nascondono anche tanti pregi: passionalità, carisma, determinazione e la voglia di rimettersi in gioco. Tutte caratteristiche delle quali purtroppo l’inglese doc, un po’ come il tedesco, è sprovvisto salvo che non si trovi ad una festa in compagnia di una bella.. bionda.

Ma come si stanno organizzando i nostri connazionali in vista del grande evento? Per l’occasione abbiamo incontrato alcuni ragazzi che vivono e lavorano nella City. Ci hanno raccontato le emozioni che provano vedendo giocare e, vincere, la propria nazionale dall’estero. Nelle loro testimonianze sono evidenti alcuni sentimenti come orgoglio, passione e, soprattutto, voglia di riscatto.

Marco abita a Londra da ormai dieci anni e fa l’architetto. “Sono di Firenze ma mi sembra di abitare a Londra da una vita ormai, racconta, sabato sarà una grande serata perché sono sicuro che vinceremo noi. Ho organizzato un barbecue con alcuni amici e la guarderemo insieme. Gli inglesi saranno anche più forti sul piano tecnico ma noi giochiamo con il cuore ed è questo a fare la differenza. Non mi perderei la nazionale per niente al mondo. Questi eventi riaccendono il mio spirito patriottico e tutti i problemi del mio paese passano in secondo piano, almeno per una sera.” Ne è convinta anche Stefania che, solitamente, non segue il calcio ma si appassiona solamente quando gioca la Nazionale. “Sono siciliana e mi manca la mia terra, afferma, e quando gioca la Nazionale è una grande emozione. Sabato andrò al pub con alcuni amici e starò con gli occhi incollati al televisore, esulterò e mi emozionerò ad ogni azione degli azzurri. Battere gli inglesi sarebbe una grande soddisfazione. La loro cultura è totalmente diversa dalla nostra e per quanto provi ad integrarmi, mi scontro sempre contro un muro. Dal senso dell’umorismo al modo di vivere, mi spiace dirlo, ma noi italiani abbiamo più classe e sappiamo veramente cosa vuol dire “la bella vita”. Loro sapranno, sicuramente, come far quadrare i conti e organizzare le cose ma di certo non vivono meglio di noi. Anzi”.

mondiale1

La pensano allo stesso modo anche Cinzia e Stefano, originari di Roma, che lavorano come camerieri a Chelsea, uno dei quartieri più ricchi della capitale. “Lavorare con gli inglesi non è facile soprattutto nella nostra zona, raccontano, inizialmente il nostro manager ci aveva promesso di concederci la serata libera ma alla fine ha cambiato idea quindi lavoreremo. Fortunatamente abbiamo il megaschermo e mentre, serviremo i clienti, daremo uno sguardo alla partita. Non ce la perdiamo assolutamente. Dobbiamo vincere per forza, sarebbe un grande schiaffo morale nei confronti degli inglesi. Ricordiamo anche le emozioni di Berlino 2006. Dopo aver battuto i tedeschi, ora dobbiamo prenderci una bella rivincita anche contro la nazionale britannica. D’altronde ce lo meritiamo”.

L’appuntamento è fissato per sabato 14 giugno alle ore 23 inglesi. Se ancora non sapete dove godervi la partita della nazionale, questo il link dei locali, divisi per zona.

Infine, non perdete il servizio fotografico della serata, in esclusiva, on line già domenica mattina su Il Nuovo direttamente da Londra. Nel frattempo, Forza Azzurri!

Juli Piscedda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: