Alida Altemburg si racconta: “Il pianoforte, il mio fedele amico”

Alida AltemburgDi Fabrizio Bertè – “La mia passione per la musica nasce sin da bambina. Avevo cinque anni e possedevo una pianola di plastica. Il mio desiderio era quello di suonare, convinsi mio padre ed iniziai a prendere le mie prime lezioni con un’insegnante privata. Ho continuato a studiare pianoforte fino all’età di vent’anni con vari maestri privati del conservatorio di Genova, mia città natale“.

Sono queste le parole di Alida Altemburg, giovane pianista, mix di talento, bellezza e determinazione, nostra nuova ospite della sezione “Attenti ai talenti” sul sito “Il Nuovo – Quello che gli altri non dicono“.

Devo molto a mio padre, per avermi sostenuta e per avermi dato il grande privilegio di studiare musica. Essendo una modella e viaggiando spesso per lavoro, quando non avevo a disposizione il mio pianoforte portavo sempre alcuni spartiti e il repertorio di ascolto sul mio cellulare. Non di rado, le mie colleghe mi vedevano tamburellare durante i casting e ogni volta la curiosità verso questo gesto scatenava piacevoli discussioni sul pianoforte, sulla musica e sull’arte in generale – dichiara ancora la pianista Alida Altemburg – Mi sono laureata alla Iulm di Milano e il pianoforte e la musica mi hanno anche aiutato a superare lo stress degli esami, il piano è sempre stato per me un fedele amico, sempre pronto a darmi la giusta carica. Quando si suona uno strumento si può essere distanti anni luce dal proprio corpo, è quasi un’esperienza trascendentale, simile alla meditazione. I miei punti di riferimento? Direi due BLudwig Van Beethoven e David Bowie“.

Alida Altemburg vanta anche collaborazioni con importanti designer italiani, francesi, americani e britannici, tra cui Calvin Klein, ed è stata citata in numerose riviste di moda, tra cui Vogue. Dopo essersi laureata in Media e Comunicazione alla Iulm di Milano, si occupa anche di un blog, di siti web, video e comunicazione attraverso i più importanti social network.

AltemburgIl pianoforte rappresenta una delle parti complementari della sua vita, tanto che ha anche studiato con alcuni tra i più importanti Maestri del conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova e con i Maestri Gianfranco Carlascio e Valerio Piccolo.

Attualmente Alida Altemburg vive a Melbourne, città che le permette di esprimere svariate forme d’arte: “Sono partita per Melbourne otto mesi fa per accrescere la mia esperienza culturale e lavorativa, poi sicuramente è una città che permette di esprimere arte, mi sto trovando molto bene in Australia“.

Un’esperienza, quella estera, che non può che giovare all’affascinante artista genovese: “Cosa ho imparato te lo saprò dire quando tornerò. Sicuramente al momento ho conosciuto e trovato nuove persone e ho provato nuove esperienze decisamente positive e formative. Credo anche che non si smetta mai di imparare. E che ogni traguardo sia l’inizio di una nuova avventura“.

Alida Altemburg ha partecipato a numerosi eventi, italiani ed esteri, ma allo stesso modo formativi da un punto di vista umano e artistico: “Ho partecipato a Piano City Milano, un programma di tre giorni di concerti di pianoforte in giro per tutta la città. Il progetto nasce a Berlino dalle brillanti menti di Andreas Kern e Paul Cibis ed è stato esportato anche nel resto del Mondo. Qui a Melbourne quest’anno, per contropartita, non avendo potuto partecipare a Piano City 2014 ho partecipato a Play me – I’m Yours, un evento analogo che si svolge in tutto il mondo, per la gente e fatto dalla gente. E’ stata una bellissima esperienza, tanta partecipazione e tanto calore da parte della gente, veramente un grande entusiasmo“.

Altemburg AlidaMa la musica non è la sola passione di Alida Altemburg: “Come ho già detto prima, fortunatamente non mi occupo solo di musica. Mi sono laureata in Media e Comunicazione alla Iulm di Milano, mi piace vivere sul web, informarmi, aggiornarmi e scoprire nuove cose. Mi occupo di un blog, sono molto attiva sui social network e mi piace parecchio girare video per poi condividerli con tutti coloro che amano la musica e l’arte in generale. Un talent show? Fino a questo momento non ci ho mai pensato, mai dire mai, ma per come la vedo io dipende molto dai punti di vista. E’ vero che i talent show vanno molto forte, soprattutto ultimamente, ma anche Youtube è un ottimo mezzo di diffusione, per farsi conoscere va benissimo. Il mio progetto nasce come un connubio tra musica, moda e arte ed è un progetto che mi fa stare bene e mi rende felice. Il web è costituito da utenti, questi utenti sono le persone che incontriamo quotidianamente per la strada. Ormai siamo tutti connessi, il web è per me uno spazio dove poter creare, una valvola di sfogo, utilissima anche per aggiornarmi ed informarmi“.

Alida Altemburg, in chiusura, ci parla anche dei suoi progetti futuri: “Qui a Melbourne sto lavorando molto come modella e anche come web content. Insegno pianoforte ai bambini nel tempo libero e al momento ho intenzione di viaggiare e di fare nuove esperienze. Mi hanno chiamato alcune agenzie di moda, valuterò il da farsi con la massima serenità, ma senza mai abbandonare il mio amico di lunga data, il pianoforte. Sono del parere che impegnandosi, lottando e lavorando sodo i risultati con il tempo arrivano. L’importante, secondo me, è continuare a fare le cose con passione e con grande determinazione“.

Fabrizio Bertè

Annunci

One Response to Alida Altemburg si racconta: “Il pianoforte, il mio fedele amico”

  1. Christian says:

    Grandissima ragazza, grandissima pianista, grandissima persona.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: