#QuiLondra – Ecco Londra Channel, la prima Web Tv per italiani in UK

Dopo il progetto Primo Approdo, proposto dal Consolato generale d’Italia ed intitolato a Joele Leotta, giovane italiano morto nello scorso ottobre in seguito ad una lite nel Kent, ecco che arriva un progetto di portata internazionale dal nome MAD(R)E IN ITALY, prima piattaforma web, interamente dedicata agli italiani. L’idea è la costruzione di più canali web, in diversi paesi, dedicati agli italiani all’estero. Su Londra sarà disponibile LondraChannel.com, una Web Tv con vari canali tematici. Il programma è vasto ed è rivolto a tutti: privati e imprese. Gli argomenti trattati sono vari e comprendono servizi di consulenza su alloggio, impiego, studio, sanità e anche sotto il profilo legale. Non mancherà un ampio spazio sulla nightlife londinese con consigli sui locali della notte e sulla cucina, rigorosamente italiana. Per saperne di più, abbiamo scambiato due chiacchiere con gli ideatori del progetto: Francesco Menghini, Grazia Pracilio e Stefano DeRossi. I tre professionisti provengono dal mondo televisivo, cinematografico e dello spettacolo e vantano importanti collaborazioni. Francesco è regista e produttore di diversi film, videoclip musicali e programmi televisivi come ‘Il Grande Fratello’ e ‘la Fattoria’ e ha lavorato con artisti del calibro di Almamegretta, Radici nel Cemento, Marina Rei e Gigi d’Alessio. Grazia, invece, è autrice televisiva e collaboratrice di Rai e Mediaset dove ha lavorato in programmi come ‘Domenica in’ e “Al posto tuo“.

LONDRA CHANNEL

La loro esperienza si unisce alla creatività di Stefano, creativo e proprietario di un’agenzia di comunicazione, specializzata su nuovi linguaggi e nuovi media. Grazie ad un background nello spettacolo internazionale Stefano ha sviluppato le capacità e le conoscenze della comunicazione web italiana, americana, inglese e araba. Al momento dell’intervista, i tre artisti si trovano a Roma. Mi raccontano di più sul progetto, gli obiettivi, la ricerca di fondi e la situazione di stallo che continua a colpire il nostro paese. MAD(R)E in ITALY sarà un progetto dinamico, originale e unico che creerà un vero e proprio network internazionale. Sarà, indubbiamente, un’ancora di salvezza per molti connazionali che, troppo spesso, sono vittima di truffe. Di seguito, l’intervista, che vi proponiamo, in esclusiva:

Come nasce l’idea di creare MAD(R)E in ITALY e qual è l’obiettivo del progetto? “Il progetto, non è rivolto solo agli italiani residenti all’estero, ma anche ai tanti che ci si recano per brevi periodi o che vorrebbero andare all’estero per diverse ragioni. Il numero degli italiani che lasciano il nostro paese è in costante aumento e hanno bisogno di un punto di riferimento. Il nostro obiettivo è di creare uno spazio per dare una mano ai nostri connazionali. Su i vari canali tematici della Web tv verranno trasmessi programmi in lingua italiana, di cui alcuni sottotitolati in inglese. Dall’informazione alla promozione del ‘Made in Italy’. Si parlerà di sanità, casa, servizi, dall’iscrizione all’Aire, all’apertura di un conto in banca, al pagamento delle tasse fino ad arrivare al famoso NIN, ossia il codice identificativo richiesto dalle aziende nel Regno Unito. Tutti argomenti di interesse generale e non facili, soprattutto quando non si conosce bene la lingua”.

Cosa vi ha spinto a realizzare un progetto, di così ampia portata, fuori dall’Italia?

francesco menghini“Per realizzare un progetto come questo bisogna conoscere le esigenze degli italiani, residenti all’estero. Produrlo e gestirlo dall’Italia non sarebbe stato lo stesso. Per una produzione di qualità è necessario studiare la situazione, il target e capire quali sono le richieste. Dall’Italia sarebbe stato, pressoché, impossibile”.

LondraChannel.com, già presente sul web, è la piattaforma online che ospiterà i contenuti. Come sarà organizzata? “Il dominio è già presente ma il portale sarà online a breve. Si chiamerà, appunto, MAD(R)E in ITALY e al suo interno ci sarà anche Londra Channel. Sulla barra del menu, si potranno scorrere le varie categorie, suddivise geograficamente. Londra Channel comparirà per primo nella lista e rappresenterà il Regno Unito. Per ora siamo alla ricerca di sostenitori attraverso la nostra pagina Facebook, che abbiamo trasformato in un diario dove sono illustrati gli obiettivi e gli sviluppi del progetto”.

Il progetto si estende a livello internazionale, grazie alla collaborazione delle ambasciate italiane presenti negli altri paesi. Come verrà gestito il flusso di notizie provenienti da tutti i paesi? “Il nostro obiettivo è di raccogliere l’adesione di Ambasciate, Consolati, Camere di Commercio e Istituti di Cultura italiani all’estero. Molti di loro si sono già resi disponibili e questo è un ottimo punto di partenza. La loro collaborazione è preziosa per fornire informazioni e maggiori certezze. Con il graduale ampliamento del progetto cercheremo collaboratori italiani, in ciascun Paese straniero, che possano occuparsi dei contenuti e gestire l’area del portale di riferimento. Il nostro obiettivo principale è quello di creare delle redazioni, all’interno delle quali poter inserire gli italiani all’estero”.

Per anni avete lavorato a Roma. Come vedete la situazione attuale in Italia, in particolare la produzione cinematografica e televisiva? “Ho iniziato la mia professione in Italia”, spiega Francesco, “da un lato è stato appagante perché ho maturato delle esperienze di rilievo grazie alle quali ho ricevuto tante soddisfazioni. Dall’altro devo ammettere che è stata abbastanza dura ma mi è servito per crescere. Ora sono pronto per una nuova sfida: produrre sul web. La realizzazione di un progetto di questa portata è molto stimolante”.

Francesco, sei stato più volte a Londra di recente, soprattutto, per l’organizzazione del progetto. Cosa ne pensiprimo approdo della recente ondata d’immigrazione italiana in città? “Credo sia significativa la frase con cui è stato accolto Renzi dal Sindaco di Londra: ‘Benvenuto nella sesta città italiana’. Credo che questa nuova ondata di emigrazione dovrebbe far riflettere i nostri politici su due questioni: da un lato, le risorse che perde l’Italia e dall’altro, le ragioni per cui gli italiani emigrano”.

Ad agosto parteciperete al Fringe Festival di Edimburgo, il più importante festival internazionale dedicato all’arte. Sarà un’ottima occasione per presentare il progetto. Qual è il vostro obiettivo? “Uno degli obiettivi di MAD(R)E IN ITALY è promuovere l’attività e il talento degli italiani all’estero. Questa edizione del ‘Fringe’ registra un record di partecipazione di artisti italiani. Vogliamo dare loro risalto attraverso il racconto della propria esperienza e presentare il progetto ai tanti italiani in Scozia grazie alla collaborazione dell’Istituto di Cultura Italiana a Edimburgo.

Quando saranno disponibili i primi contenuti di MAD(R)E in ITALY? “Attualmente siamo alla ricerca dei finanziamenti necessari per realizzare i programmi più strutturati in modo da sbarcare online in maniera completa. Le redazioni in loco vanno create e retribuite ed è un lavoro che richiede tempo. I primi contenuti che pubblicheremo sono dedicati ai servizi e alla promozione del ‘Made in Italy’. Vorremmo girare MAD(R)E in ITALY, con le interviste degli italiani all’estero e PRIMO APPRODO con particolare attenzione, non solo su Londra, ma in generale nel Regno Unito. Inoltre, cerchiamo di coinvolgere sempre più persone in questo progetto perché sono estremamente convinto che la partecipazione di tutti sia fondamentale. Seguiteci, sulla nostra pagina Facebook perché il vostro sostegno sarà importante per la creazione di MAD(R)E IN ITALY ”.

Juli Piscedda

 

Annunci

One Response to #QuiLondra – Ecco Londra Channel, la prima Web Tv per italiani in UK

  1. jp says:

    “Tra Roma, Parigi e Londra, ho scelto il Regno Unito” by JULI PISCEDDA *https://ilnuovo.me/2014/07/01/quilondra-tra-roma-parigi-e-londra-ho-scelto-il-regno-unito/ SORRY FOR ITALIAN LISTENER ONLY clickate o copiate il link per ascoltare *http://www.maxspera.com/wp-content/uploads/2014/05/Joe-Palermo.mp3 intervista condotta da MAX SPERA & MARIA IACUZI0 durante il programma TEAITALIA
    *Londra – Sesso & Legalita – e le associazioni criminali
    http://www.italoeuropeo.it/fiera-dolce-vita-a-londra/143-fiera-dolce-vita-londra/2022-londra-sesso-a-legalita-e-le-associazioni-criminali
    *http://m.youtube.com/watch?v=jf1HNvcQEo4
    il volo degl’italiani mi ricrdo quando feci questo video c’era molto intresse lo feci senza troppe pretese e senza soldi anche perche non li avevo per niente, dovetti chiedere ad un mio amico di farmi usare il suo computer per mezza giornata come favore personale cosi lo montai alla meglio non venne male anzi visto gli innumerevoli filmati doc e libri sul tema…..forse il mio e un anaima vera di cio che pensano….e pensavano era un po pesimista il mio commento finale nel 2004..ora e attualissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: