#QuiLondra – La classifica dei 10 peggiori coinquilini di sempre. E tu, quale sei?

Ditelo che non provavate lo stesso disagio dai tempi della prima elementare, quando il più brutto della classe vi faceva arrivare il bigliettino sul banco con scritto “vuoi essere la mia fidanzata?” e voi dovevate sbarrare la casella del no, grande quanto una casa. O quando vi è spuntato il primo brufolo sulla fronte, anche questo, grande quanto una casa.

O quando avete capito che il vostro primo amore non sarebbe stato l’unico della vostra vita, provando una delusione immensa, quanto una casa. Pensavamo che questa sensazione fosse solo un lontano ricordo, eppure si ripresenta. Questa volta non avrà a che fare con quanto detto in precedenza, ma concretamente con ciò che ne prendeva le dimensioni: la casa. Trovare un tetto accogliente per gli Italians a Londra è il primo step, il più crudo che si affronta.

imageDato l’oramai risaputo rincaro dei prezzi per gli affitti, almeno agli inizi, noi Italians, arrivati in terra d’Albione volando in low cost con un solo bagaglio a mano per risparmiare, impareremo ad adattarci, in condizioni che il più delle volte non corrispondono al rapporto qualità-prezzo. Case “affollate” da più di dieci persone, proprietari che ci impiegano una settimana per sistemarti la caldaia, problemi di infiltrazioni, di topi o scarafaggi. A volte ci vorrà del tempo prima di trovare una dimora decente, che impareremo ad accettare come quella “ideale”.

Ma se la caldaia non vi si è mai rotta, non vi è mai piovuto in casa, non avete mai trovato uno scarafaggio nella doccia o un topolino che si aggirava nella cucina, c’è ancora un altro fattore da non trascurare: i coinquilini. Sono inclusi nel contratto d’affitto, è un pacchetto all inclusive a scatola chiusa.

Sebbene si tratti di un fenomeno non legato soltanto alla capitale britannica, questa città, così aperta nell’accogliere persone da ogni parte del globo, offre sempre ottimi spunti su cui calare una lente d’ingrandimento, così da osservare culture, punti di vista, abitudini di chi condividerà il nostro stesso tetto.

Data la mia oramai consolidata attitudine nell’osservare gli esseri umani, ho deciso di analizzare questa categoria ed ho stilato per voi una lista delle caratteristiche proprie del così soprannominato “coinquilino infame”.image

Modello Hansel&Gretel. Inspirandosi alla fiaba dei Fratelli Grimm, questo soggetto marcherà il suo territorio con briciole, se vi va bene. Generalmente sarà una riproduzione continua che andrà dal divano del salotto al lavello della cucina. Nessuna casa di marzapane, soltanto una pila di piatti sporchi che attenderanno il ritiro dei soldati in Iraq per essere puliti. Pericolosità del soggetto: elevata.

Modello Aladdin. Mentre il personaggio della Walt Disney rubava mele al mercato, questo soggetto avrà l’abitudine di “prendere in prestito” il nostro cibo dal frigofero. Ecco perché, una volta svelato l’arcano, passeremo al piano B: conservare quanto è possibile nell’armadio. Non mettete i vestiti in frigofero. Pericolosità del soggetto: media.

Modello Mary Poppins. Che fa? Nasconde la carta igienica, spero non in borsa. Ragazzi, arrivare all’ultimo rotolo quando nessuno sembra prendere l’iniziativa di andarla a comprare è un vero e proprio richiamo di guerra. Pericolosità del soggetto: elevatissima.

Modello Raperonzolo. Sarà la vostra coinquilina che si piastra i capelli, lasciandoli ovviamente a terra, aspettando stavolta la ristrutturazione economico-politica dell’Italia per spazzare. Avete due opzioni: aprire un’attività di vendita di parrucche o produrre una fune. La modalità di utilizzo è facoltativa. Pericolosità del soggetto: medio/bassa.image

Modello Babbo Natale dal barbiere. Molto simile al precedente, ma molto più pericoloso. Deciderà di farsi la barba e tagliarsi i rasta, lasciandoli tutti sapientemente nel lavandino. Non scomodatevi nel dirgli di pulire, il lupo perde il pelo ma non il vizio. Farete prima a smontare il lavandino. Altrimenti, allertate la forestale. Pericolosità del soggetto: elevatissima.

Modello aggiungi-un-posto-letto-che-c’è-un-amico-in-più. Soggetto variabile a seconda delle circostanze. Può piombarti in casa con quattro amici trasformando il mini-salotto in un campo profughi, oppure può entrare in camera a luci spente per fare fichi-fichi con qualcuno/a abbordato/a in discoteca. Pericolosità del soggetto: elevatissima, soprattutto se nell’ultimo caso siate ancora svegli.

Modello ET. E’ lecito chiamare casa. Ma non urlando su Skype fuori la tua stanza. Può accadere a qualsiasi ora, ma generalmente la condizione imprescindibile è che tu stia dormendo. Pericolosità del soggetto: voi in alcuni casi potreste esserlo di più per la sua incolumità.

Modello la-mira-non-è-per-me. Non centra mai la tavoletta. Consiglio: iscrivetelo ad un corso di tiro al bersaglio. Pian piano, forse, comincerà a familiarizzare con il concetto di “mira”. Pericolosità del soggetto: estremamente elevata.

Modello Jack Daniel’s. Ne avrà una bottiglia sul comodino, forse un’altra anche nel taschino. Sta di fatto che inebrierà la vostra stanza facendovi ubriacare con la sola forza del vostro respiro. Pericolosità del soggetto: è tutta nella bottiglia.

Modello friggiamo-cose-che-voi-umani-non-potete-nemmeno-immaginare. L’odore delle sue fritture verrà assorbito dalle mura di casa. Carne, pesce, frutta, verdura, tavoli, sedie: tutto può essere fritto. Un consiglio: non presentategli vostra nonna, potrebbe friggere anche lei. Pericolosità del soggetto: elevatissima.

Se non ti sarai mai imbattuto in nessuno di questi personaggi, significherà che il coinquilino in questione sei tu. Ed allora la domanda è lecita: e tu, che modello sei? Ci vediamo martedì prossimo, ma intanto ricordate il nostro appuntamento ogni mercoledì dalle 18 alle 19,30 italiane su Radiostreet Messina, sui 103.3 FM o in streaming su RadioStreet.it.

Antonia Di Lorenzo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

One Response to #QuiLondra – La classifica dei 10 peggiori coinquilini di sempre. E tu, quale sei?

  1. Modello friggiamo-cose-che-voi-umani-non-potete-nemmeno-immaginare: http://www.ebaumsworld.com/video/watch/453614/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: