#QuiLondra – Le frasi idiomatiche inglesi per arricchire il vostro vocabolario

Ammettiamolo. Noi Italians in London saremo anche conosciuti come i migliori chef e gli amanti perfetti, ma con le lingue, intendo, le parlate, ci sappiamo fare ben poco. Ed ecco perché questa settimana ho stilato una lista delle frasi idiomatiche inglesi, le più improbabili, che potranno esservi utili per arricchire il vostro vocabolario e dare così uno schiaffo morale ai britannici.impararelinglesealondra

In for a penny in for a pound Oramai siamo in ballo, tanto vale ballare. Quando vi troverete in una situazione scomoda, ma oramai senza via d’uscita. Nessuno vi sta regalando sterline.

In the altogetherNudo. Non vi sta chiedendo di stare tutti insieme. O magari lo sta facendo, ma nudi.

Is cutting edge –  E’ all’ultimo grido.

Is giving him hellGli rende la vita impossibile.

Is water under the bridge –  E’ acqua passata. Lo direte, forse troppo volte, nonostante non lo stiate pensando sul serio.

It gives me the goosebumps/It gives me creep –  Mi da’ la pelle d’oca. Qualcuno ha detto Moncler?

It sounds Greek to mePer me è arabo.  Ma anche Greco, insomma, fa lo stesso, tanto non lo si capisce comunque.

It’s finger licking good E’ da leccarsi le dita. Come diceva una nota pubblicità: altrimenti godi solo a metà.

It’s in the lap of the Gods –  Quello che Dio vuole.

It’s on the houseE’ offerto dalla casa. Avete presente quando al ristorante spendete sino all’ultimo centesimo e restarete seduti sino alla chiusura? Sarà per sbarazzarvi di voi.e0mleTf4MR6XKhb2BXAJSVf5MA=--

It’s raining cats and dogsSta piovendo a dirotto. Tranquilli, gatti e cani non pioveranno bagnando l’asfalto, nè li vedrete cader giù come manna dal cielo.

Out of the blueCaduto dal cielo. Cani e gatti sono esclusi (v. esempio precedente).

I’ve enough on my plateNon ne posso più. Non che non voglia più nulla nel suo piatto, ma nella sua vita.

Like water off duck’s backTi entra da un orecchio e ti esce dall’altro, parlare con te è come parlare al muro, ti scivola addosso. In sostanza, la potrete utilizzare nel corso di un litigio con un presunto amante inglese. Rimarrà di stucco.

New brush sweeps clean but old broom knows all the corners–  Chi lascia la via vecchia per quella nuova, sa quell che lascia ma non sa quel che trova.

[You] don’t look a gift horse in the mouth – A caval donato non si guarda in bocca.

Actions speak louder than words – Le parole contano meno dei fatti, o anche, tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.

When in Rome, do as the Romans do Paese che vai, usanze che trovi.

Go Dutch Fare alla romana, nel senso di pagare ciascuno per sé.

Not half! –  Certo! Per esempio: “Vuoi una birra? Not half”, che vuol dire che la birra non la condividerete, né che ne vorrà una piccina, o che ne berrà soltanto la metà. Ma la vuole, grande, e tutta intera.

Paint from the same brushFare di tutta l’erba un fascio.  O anche  sono tutti della stessa razza. Si riferisce in particolar modo all’ambiente politico, quando si parla del fatto che in fondo nonostante la differenza di partito, tutti sono miseramente la stessa brodaglia. Credo, a naso, che qui lo si usi poco. Ma lo potreste sempre usare per sintetizzare la situazione politica italiana, quando ve ne ritroverete a parlare con il vostro amico inglese. La condizione imprescindibile è che voi siate almeno alla quinta birra.

Peanut bladder – Per coloro che non smettono di andare al bagno, avere la vescica gonfia. Ad un certo punto, presumibilmente dopo la quinta birra, l’avrete.

The seal is brokenMe la sto facendo sotto.  Google traslate la traduce “la foca è rotta”. Certo, non farebbe una piega.

Pardon my FrenchScusa per quello che ti sto dicendo.

Rings a bellNon mi è nuovo. Nessuno vi chiama al citofono.

Start froom scratchIniziare da zero. Potreste utilizzarla per iniziare il racconto della vostra vita londinese.

Stop messing aroundSmettila di fare lo stupido.

Take it easyPrenditela con calma.image

Talking of the devilParlando del diavolo … Spuntano le corna.

To ask for the moonChiedere l’impossibile.

To bang/screw [someone]Fare fiche fichi, violentemente, con qualcuno. Non avrei potuto essere più delicata.

To be between the devil and the deep/between a rock and a hard placeEssere tra l’incudine e il martello.

To be wasted/blackout/leglessEssere abbastanza ubriaco. Quando lo sarete, forse, non riuscirete a ricordare la parola giusta.

To call it a dayDare qualcosa per finito.

To cheat on – In gergo, mettere le corna. Non quelle del cervo che avete appeso alla parete come simbolo natalizio, ma al vostro presunto fidanzato.

To chew the carpetAccantonare l’orgoglio. Lo ammetto, questa è la mia preferita. Facciamolo, ogni tanto.

To clutch strawsAggrapparsi sugli specchi.

To cut the cheeseEmettere gas poco profumato e presumibilmente rumoroso dal deretano. Non potevo essere più delicata. Immaginate la scena: voi, tra amici sul divano del salotto a chiacchierare quando ad un certo punto uno di voi esclama “Well, I cut the cheese”. Non significa che andrà in cucina a prendere del formaggio da tagliare per servirvelo. Ora siete avvisati.

To get friskyEssere giocherellone (dal punto di vista sessuale, non chiedetemi perchè).

To get laid – Approcciare, a mo’ di polpo, a qualcuno. Più o meno quello che fate ogni volta che vedete due gambe ed una taglia abbondante. A qualcuno serve meno, anche molto meno.

To get rid ofLiberarsi di qualcuno. Quello che facciamo noi donne se tu uomo “get laid” e non ci piaci.

To go all outFare tutto il possibile. Quello che fai tu mentre “get laid”, nonostante noi “get rid of you”.

To have a blastDivertirsi. (…) Comprendendo poi che è meglio continuare a divertirsi (v. esempio prec).

To have a bone to pick (with someone) – Avere una questione in sospeso da risolvere.

To have a thing about [something]Essere ossessionato da qualcosa.

To murder somethingModo informale per dire che hai voglia di bere o mangiare qualcosa. Non è un invito ad uccidere, tranquillizzati.

To set the (whole) world on fireMangiare il mondo, nel senso di sovrabbondanza. Anche questa volta, nessuno ti invita ad appiccare incendi.

To see eye to eye with somebodyAvere lo stesso punto di vista.

To take [something] with a pinch of saltPrendere qualcosa (che ti hanno riferito) con le pinze, senza prestare troppa attenzione. Se vuoi metterci un po’ di sale, a piacere tuo.

You’re fitStai in forma. Te lo dicono spesso. Fuori ad un pub, con una birra in mano ed il passo barcollante. Sarà colpa dell’alcool.

Safe and sound – Sano e salvo.

To be spaced/spacing outAvere la testa tra le nuvole.

Don’t pull my legNon prenderti gioco di me.

To do (someone) a solidFare un favore a qualcuno.

Pull your socks upMuovi il culo! Non ti sta chiedendo di metterti i calzini.

Quante altre ne conoscete? Continuate la catena e vediamo quante altre riusciamo a racimolarne.

Ricordate il solito appuntamento ogni mercoledì dalle 18 alle 19,30 italiane su RadioStreet Messina, sui 103.3 FM in Sicilia o in streaming su RadioStreet.it. Se volete continuare a seguirmi, fatelo pure qui.

A martedì prossimo.

Antonia Di Lorenzo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

One Response to #QuiLondra – Le frasi idiomatiche inglesi per arricchire il vostro vocabolario

  1. Daniela C. says:

    In “the seal is broken”, “seal” significa “sigillo” 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: