Pink Up – 50 sfumature di grigio: Ecco perché andare vederlo

Eccoci a parlare del fenomeno più atteso dell’anno, trasmesso ad hoc nella settimana “Sanvalentiniana” nelle sale di tutto il mondo! Non potevo non trattare questo tema, non solo perché riviste e trasmissioni ne hanno fatto una campagna mediatica senza confini, ma perché è un argomento che ha fatto parlare, nel bene o nel male, soprattutto le Donne.

Gruppi, pagine e hashtag di tutti i tipi nei vari social, hanno creato una specie di catena solidale femminile attorno alle grandi aspettative che questo romanzo ha dato. Perciò sorge spontaneo chiedersi: perché ha coinvolto così tanto?imagesP1R4UKPL

E.L.James, scrittrice della trilogia, deve tutto il suo grande successo proprio ai passaparola di tantissime donne. Si tratta, infatti, di una storia scritta dapprima come una fan fiction sul web, trasformatasi in una realtà letteraria tangibile, nella quale molti desiderano immedesimarsi e che altri criticano per la sua intrinseca banalità. Dal libro viene fuori una ragazza vergine in tutte le esperienze della sua vita, una studentessa timida che sogna un mondo troppo dolce, alla “vaniglia” (come suggerisce Mr. Grey) e che si fa travolgere da quest’uomo difficile, il tipico bello e dannato con “50 sfumature di tenebra”. Tra la scoperta di frustini e manette propri dell’arte del BDSM (bondage, dominazione, sadomasochismo) praticata da Christian, Anastasia, si rivelerà una donna testarda e disposta a tutto, ostinandosi per tutti e tre i libri a cambiare Mr. Grey, a renderlo più umano, più normale, senza che perda, però, un paio di manette dalla tasca! Ogni tanto possono far comodo (…e piacere)!

Ma i libri sono libri e come tali danno spazio all’immaginazione, invece la pellicola, come ogni trasposizione cinematografica, tenta di far prendere vita al racconto, condensandolo in un film discontinuo e troppo frettoloso ma che riesce a strappare sorrisi imbarazzati e intrigare in maniera soft.

Ciò che ha irretito le donne più appassionate è la novità della “particolare” storia d’amore, facilmente personalizzabile nella propria mente e la semplicità nel rappresentare certi sentimenti. Il racconto delle famose e piccanti e – mail, le (esagerate) attenzioni di Mr. Grey, l’immagine di brava studentessa che vive una lenta evoluzione, da modesta e sobria a sicura ed elegante, hanno creato un filo conduttore con una realtà sognante, quella di coloro che vorrebbero riuscire a plasmare i propri uomini, sentirsi uniche e importanti a tal punto da stravolgergli la vita. In particolare il film risalta l’immagine di una donna che da dominata sarà dominante. Ma è proprio l’esasperazione surreale di questo gioco di dominio e persecuzione a far infuriare il pubblico più pragmatico e ostile a certi paradossi!imagesFRICQHH4

È inutile nascondere quanto sia stata fortemente attrattiva la scoperta di questo mondo sadomaso. Mettendo da parte il perbenismo italiano di circostanza, il film solo nel nostro Paese ha avuto un boom di 200.000 prevendite vendute e non dimentichiamoci che siamo i padri fondatori ed esportatori del genere erotico di Tinto Brass. Il BDSM è una novità per noi comuni mortali, uno stile di vita per altri. Master&Slave – Mistress&Slave sono binomi di una realtà praticata anche in Italia, fondata, secondo maestri di bondage, sul rispetto, sulla consensualità, dominazione e sottomissione, atti a provocare piacere ma anche ad essere curativi per sé stessi. Una vita ovviamente discutibile e criticabile, ma ognuno è padron di se stesso e non è un doppio senso!

blogdilifestyle_0b72bfe9881f4fce0077a1efd215a883Tutte queste componenti hanno reso il romanzo un fenomeno sociale, una moda. Gli si sono ispirate nuove linee di lingerie, di trucchi, di smalti, di sex – toys e per finire anche le coppie Disney ne sono state vittima! Tutto troppo esasperato a scapito anche di qualcosa di semplice e piacevole.

Pertanto, fuori dai cinema troveremo donne entusiaste o deluse, forse anche con compagni al seguito profondamente stressati ma felici perché finalmente è finita o della serie “stasera Cara cerchiamo di replicare tutto ciò!”, o gruppi di amiche che sghignazzeranno e si divertiranno a commentarlo. 50 sfumature, San Valentino, Carnevale assicurano un weekend nel quale potremo prenderci poco sul serio, fantasticare e farci quattro risate!

Trascorsa questa fatidica settimana, fatemi un piacere però: non parliamone più!!!

Carmen de Marco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

One Response to Pink Up – 50 sfumature di grigio: Ecco perché andare vederlo

  1. mariagswan says:

    Ben detto, brava.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: