#QuiScozia – 12 Differenze che noti quando torni in Italia

Che l’Italia fosse un paese straordinario per andare in vacanza lo sapevamo già, ma tornare una decina di giorni a casa e dare una pausa alla vita da emigrato è solo un trucco per capire cosa c’è di diverso da quando te ne sei andato. Cosa c’è di diverso in te, capire cosa ti manca ed a cosa nella tua esperienza ti sei abituato a non avere più.

Beh, il ritorno dalla Scozia al Nord Italia non è traumatico, ma due cosette saltano all’occhio. Studiare all’estero cambia il modo di ragionare. L’Italia è da sempre il paese dei furbi, delle leggi ad personam, delle scappatoie e grazie al cielo del buon cibo. Quello che percepisci dopo un anno è che la Scozia è un paese di friendliness and politeness,dove tutto funziona, dove i mezzi sono regolari, dove la coda si fa in fila e non in mucchio, dove si fan le cose con calma.  Ecco quindi una lista di cose che succedono ma non te ne accorgi fin quando non torni dalla Scozia.

  1. Il sapore delle verdure: lo sapevate che zucchine, pomodori, fave e compagnia bella sono buone oltre a darci vitamine? Io me l’ero completamente scordato, hanno anche un colore diverso in Scozia!
  2. Il lato della guida: durante i primi mesi nello UK, rischiare di essere investiti 3 volte al giorno è la norma, ma guidare in Italia disorienta. Non ti ricordi mai da dove sbucano le macchine e, se rallenti per guardarti un attimo intorno, le clacsonate si fanno insistenti . Ok, sono in pochi gli Italians che guidano in Scozia, ma io i clacson non li sento mai. Non saremo un po’ troppo nervosetti al volante?
  3. Ti ritrovi ad essere estremamente gentile. Mesi di please, cheers and thank you hanno un effetto devastante sugli Italians. Ti ritrovi a sorridere cortesemente anche alle cattive notizie, diventi mellifluo quando ti profondi in scuse infinite per aver sfiorato il braccio di un passante, appari come un cameriere che vuol prendere un’ordinazione quando interrompi un tuo amico che sta parlando con “perdonami se ti interrompo, davvero scusami, ma…”. La Scozia ti abbatte la sfacciataggine con una maschera di sorrisi e gentilezze che ti fanno diventare inevitabilmente lovely, ma forse un po’ meno spontaneo.
  4. Traduci letteralmente dall’inglese. La gente inizia a guardarti male quando approcci una commessa con un “mi scusi, sarebbe gentilissimo da parte sua se mi indicasse il reparto surgelati”. A quel punto lei non sa se sorridere e darti il suo numero, se indicare i surgelati o se dirti “non bastava chiedere dove sono i surgelati?”. E tu, inebetito, propini l’ennesimo sorriso di circostanza ringraziando a prescindere.
  5. Non ti vengono le parole in italiano. Questa è una piaga che affligge soprattutto noi studenti che non abbiamo mai spiegato in italiano cosa facciamo e come lo facciamo. Si, perché il metodo universitario Scozzese e UK in generale è talmente diverso che certe espressioni non sono traducibili. È abbastanza tediante spiegare per 5 minuti cosa sia una literature review in italiano senza essere sicuri che l’altro comprenda. E quando ascolti poi? Tutto quello che ti esce smile1sono una gran quantità di “I know, your totally right, I agree with u” che ancora ti riportano alla loro faccia perplessa e al tuo sorriso di cortesia. Vedi punto 3.
  6. Non sopporti chi salta le code, anche se non supera te! Mettiti in fila, se non ti va di aspettare torna un altro giorno.
  7. Quando qualcuno afferma qualcosa, chiedi a che fonte fa riferimento. Quello che esce dalle bocche degli italiani diventa un qualcosa privo di ogni riferimento accademico per chi studia in Scozia, ed ogni riferimento a Wikipedia lo accogli con una risata ed un “stai scherzando vero?”. Ecco, in Università in Scozia non puoi iniziare un’affermazione come “Il livello di inquinamento globale è diventato insostenibile” senza precisare la fonte con un bel “according to…”. E la cosa alla lunga ti condiziona l’esistenza
  8. In ambito professionale, vedi le cose in modo più razionale e funzionale. Questo succede perché in Scozia le leggi sono chiare e semplici, i termini contrattuali anche e i limiti di ciò che puoi e non puoi fare son segnati con l’evidenziatore. In Italia ti accorgi che ogni legge ha modo di essere infranta, ogni contratto è rimpinzato di cavilli, ogni processo è rinviato per anni ed ogni avvocato diventa matto. Quell’etica (professionale e non) così implicita e ben intesa in Scozia, in Italia è spiegata malissimo e applicata ancora peggio.
  9. Quello che qui chiamiamo inverno lo inizi a chiamare primavera. Non importa chi ha ragione, è così e basta.
  10. Chi ti incontra è sempre convintissimo che all’estero te la spassi. Ora, ad essere onesto io mi diverto e mi piace divertirmi; ma è anche vero che dopo 30 ore di lavoro e 25 di studio a settimana, la scelta è tra uscire e spararmi un colpo.
  11. Ti torna in mente quanto si mangia bene in Italia. Ti accorgi di aver snobbato verdure ripiene, tortellini in brodo, animelle di agnello e zuppe di pesce per un anno e le mandi giù in una settimana. Ti ci vorrà un altro anno per dimenticarli, e non pensare che riesci a coprire il gap riempiendo la valigia di scarmorza ed affettati.
  12. Non chiedi più un caffè, chiedi un espresso, please. Sei talmente abituato a doverlo specificare che anche in Italia non ne puoi più fare a meno.

Insomma, tornare in vacanza a casa ha un suo perché. Quindi, se non capite ancora a cosa sono dovute le lacrime mentre guardate il biglietto di ritorno, fidatevi che siete sulla buona strada. La Scozia è una nazione dove tanti vanno e pochi tornano, ma qualunque sia la vostra scelta questi cambiamenti li noterete e non sarà facile farli stare tutti nel bagaglio a mano di un volo low cost. Soprattutto considerando la scamorza e gli affettati!

leaving

@FrenkDeFlumeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

One Response to #QuiScozia – 12 Differenze che noti quando torni in Italia

  1. a parte il lato di guida, per il resto tutto vero!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: