Ma quanto è cara l’Australia?

Arrivare in Australia, dopo 13 ore di volo da Dubai, è una esperienza terrificante. Non senti più i muscoli delle gambe, non sai più dove sei e che ora siano. Dovrebbe essere illegale volare per più di 5 ore, non essendo un cavallo, non dormo seduto. L’aereo è uno dei pochi luoghi dove ancora è visibile la distinzione in classi: la business, la prima e la economy.

Non mi sono appisolato nemmeno un’ora. Mi preparo psicologicamente per passare almeno due ore nell’aeroporto, tra ritiro bagagli e controllo del passaporto. Invece, in circa 30 minuti sono fuori, con i bagagli, tutti i bagagli. Le norme di importazione dei prodotti sono molto restrittive qui. Avevo una banana e me l’hanno fatta buttare. E cosa conteneva? E’ una banana! Una banana!

La splendida vista su Sydney, una delle città con più Italians d'Australia

La splendida vista su Sydney, una delle città con più Italians d’Australia

Quando venite da noi, la vegemite ve la faccio ingoiare. Lo skybus, l’autobus che ti porta in città è assai caro: 18$ per una corsa di 20 minuti. Scoprirò in seguito, circa 1 anno dopo, che c’è un’altra corriera, con un tragitto molto più lungo, ma molto più economico: 3,58$. Non la pubblicizzano, ovviamente.

I primi passi da fare qui, per cercare lavoro, sono ottenere il Tax File Number (il codice fiscale) e un conto in banca (non ci sono spese di apertura, gestione e chiusura, mi sembra logico, no?). In 30 minuti ottengo entrambi, semplicemente mostrando il mio passaporto all’impiegato. Il TFN lo riceverò in 48 ore a casa. Non ci credo. Ora non mi resta che cercare un appartamento – costoso, qui non si scappa – e una bicicletta, così si risparmia sui trasporti, costosi.

Sono entrato in un negozio di bici e il commesso, un esperto del settore, fin troppo esperto da annoiarmi a morte quando è sceso nei particolari del tipo di cavalletto che avrei dovuto comprare, ci rimane male quando alla sua domanda “ che tipo di bicicletta vuole?” rispondo: una bici. L’espertone pronuncia il prezzo di quella a buon mercato: 400$. Di quale mercato stiamo parlando? Quello di Wall St.?? Decido di rimandare l’acquisto, chissà, magari le azioni salgono.

Passano 4 giorni e il jetlag è ancora amico mio: mi sveglio in orari da minatore e vado a letto come un bambino. Intanto, continuo la mia principale attività: insegnante online di lingue. Non ci metto molto a capire che qui sarà difficile. Ci sono dalle 8 alle 10 ore di differenza con i miei studenti in Europa, per non parlare di quelli negli Stati Uniti. Quindi levatacce mattutine, tipo monaco in meditazione e nottate al pc. Tutto sommato, ho i pomeriggi liberi… per dormire.

Internet costa minimo 70$ al mese, una connessione misera, non posso fare download e streaming, se no mi mangia un sacco di mega, quando piove va a intermittenza. Del resto, se voglio qualcosa di più potente devo pagare molto di più. Deduco che l’internet sia diviso per caste o che i cavi non arrivano fino a questo angolo sperduto di mondo. Visito diverse case. Tutte costose, tutte senza mobili, senza caloriferi o, al massimo elettrici  e tutte con un design da Happy Days. Comincio ad avere seri dubbi che questo Paese sia ricco.

Inoltre, tutte le agenzie e i proprietari chiedono le referenze del tuo precedente proprietario, in Australia. Vai a farglielo capire che sono appena arrivato e quindi non ho referenze. Non ci sentono, la vogliono, la regola è la regola. Al massimo la vogliono di un altro Paese, ma il referente deve parlare in inglese (parlerò in un altro momento di questa loro idea che “tutto il mondo” parla inglese, ma imparalo tu l’italiano! Sei in mezzo al nulla, devi fare TU lo sforzo per avvicinarti al mondo).

Per vivere qui ci vogliono circa 2000$ al mese, basato sul mio stile di vita morigerata. Ad un australiano, probabilmente non bastano 3000$. Staremo a vedere se è un altro falso paradiso. Intanto per la giornata di ricerca case e documenti, 50$ sono andati via tra trasporti e cibo.

Matteo Preabianca

www.matteoteachesitalian.com

Annunci

15 Responses to Ma quanto è cara l’Australia?

  1. deb says:

    Bah, io ho fatto volo di aereo per l´australia e non sono morta. ne arrivata con le gambe anchilosate( basta fare due passi ogni tanto sull´aereo(si si puo´fare!). Per cui gia´leggendo l´inizio mi e´venuto da pensare che l´autore sia uno menoso, che si stufa per qualsiasi cosa. Forse anche io dopo i 70 anni avro´problemi a volare per piu´di 5 ore ma se gia´quello e´un grosso fastidio a 30 anni, e´meglio non partire per te!

    Mi piace

  2. Paolo di bello says:

    Ma innanzi tutto per la bici trovi molta roba usata
    A pochi dollari. Secondo per internet con 50 dollari
    Al mese puoi avere l illimitato e puoi fare download e streaming quanto
    Vuoi e poi per la casa se ti accontenti puoi trovare
    Camere da 150 alla settimana. E terzo nessuno
    Dice che l australia sia ricca. Ma la sua ricchezza
    E data da un economia molto stabile
    Che ai giorni nostri vuol dire molto.

    Liked by 1 persona

  3. deb says:

    inoltre una banana ti hanno bloccato, eh si! infatti potrebbe avere batteri o virus che nn sono presenti in Australia, perche´arrabbiarsi? lo sai gia´prima di andare che quelle sono le regole e c´e´una logica dietro. 50 dollari in un giorno per cibo e trasporti? ovverosia 40 euro…non mi sembra strano purtroppo, ma forse da noi nel nord italia ne avresti spesi 30 ma pure 40.

    Mi piace

  4. con tutti questi problemi potevi stare a casa tua . non hai letto qualche blog e informazioni prima di partire ? é vero che l’Australia costa , ma da molto in piu’ in tutto una volta che si entra nel loro stile di vita e nei loro stipendi

    Mi piace

  5. benito says:

    Ma….qualcuno ti ha puntato la pistole alla tempia e ti ha obbligato ad andare in Australia? ?? Te ne potevi stare a marcire davanti ad un bar! ! !

    Mi piace

  6. Miria says:

    Io ho fatto quel volo e lo rifarei anche ora, e’ lungo ma quando atterri sai di essere in un paese Meraviglioso . Io di un mese di internet illimitato ho speso 30 dollari . Scusa ma tu contesti tutto …in Australia hanno delle regole e prima di partire e’ meglio informarsi .Io non parlo molto bene l’inglese ma dal nord al sud ho trovato persone gentilissime e disponibilissime e con un po’ di pazienza ci siamo sempre capiti bene ….ho sempre fatto acquisti nei supermercati e i prezzi sono uguali a quelli che abbiamo in Italia …

    Liked by 1 persona

  7. Adriano says:

    Ma invece di parlare dei prezzi “alti” (che alti non sono) di ogni cosa, perchè non ti soffermi sul fatto che lavorando in maniera decente ti porti a casa 800/900 dollari SETTIMANALI invece dei 700/800 euro MENSILI??? Che inutile insofferente che sei! Scrivi un articolo anche quando arrivi in farm, almeno mi faccio 4 risate!!!

    Mi piace

  8. Pasquale says:

    Matteo, ma chi te lo fa fare?? Torna in Italia… e 2000$ di vita morigerata.. sticazzi!! Io con 1300 dollari ci vivo.. morigerato…

    Mi piace

  9. Ciao a tutti,

    il mio articolo è basato sulla mia esperienza appena arrivato in Australia (gennaio 2013) ora, dopo 2 anni,le cose sono cambiate (?). Eh si, direi che non è proprio una mia scelta stare qui, ma per motivi familiari.

    Mi piace

  10. …dimenticavo… internet a 30$ al mese illimitato? Mi puoi dire la compagnia per favore?
    Io spendo 35$ al mese ora con Yes Optus. Non ricordo quanti mega ma,ancora, non faccio download, upload e streaming. Uso i wi-fi pubblici per questo.

    Mi piace

  11. Marco says:

    Che articolo inutile che hai scritto, mi fai quasi sentire intelligente . Torna a casa tua irriconoscente

    Mi piace

  12. Helena says:

    io ti consiglio vivamente di startene in Italia la prossima volta.
    Vivo a Sydney da 5 anni e non Sono ancora morta Di fame.
    Per due anni, ho studiato per avere un altro diploma, e sinceramente non mi sono fatta mancare nessuna cosa.
    Ti Devi solo adattare ed organizzarti, Se no e’ meglio stare a casa da mamma e papa’

    Mi piace

  13. ragazzi, ma avete lette le mie risposte?!?!? Il mio è un articolo delle mie PRIME impressioni di quando sono arrivato qua, nel 2013.

    Mi piace

  14. Mr Tozzo says:

    Sono stato in Australia per il Viaggio di Nozze: Roma – Monaco – Singapore – Sidney ….. quando sono arrivato ho baciato per terra come il Papa.

    Per quanto riguarda il titolo del post: Ma quanto è cara l’Australia? Tanto, forse troppo, è vero che gli stipendi sono più alti rispetto a quelli italiani ma è anche vero che il tenore di vita è più alto rispetto al nostro. Quindi alla fine non cambia molto.

    Mi piace

  15. Pino says:

    Capisco che l’articolo lo hai scritto appena giunto in Australia, 2 annifa!
    Credo però che prima di sparare a zero su un milione di cose negative che hai notato, avresti dovuto riposare un po’ per recuperare (jet leg), dopodiché, forse, avresti capito che stavi parlando come una persona che esce per la prima volta da casa sua ed è terrorizzato dal mondo!
    Non solo!!!
    Probabilmente non ti sei reso conto che così facendo ti sei ridicolizzato da solo, offendendo anche il Paese che ti stava accogliendo e che, se ho capito bene, ti sta ancora ospitando.
    Se vivi ancora lì ed hai avuto l’opportunità di ricrederti, sarebbe bello e doveroso scrivere qualcosa per scusarti pubblicamente.
    Prima di aprire la bocca bisognerebbe riflettere un po’!
    Inoltre, pare che te lo abbia già sunggerito qualcuno, si fa sempre in tempo a riconoscere i propri limiti! Generalmente aiuta a crescere.
    Il mondo non è rappresentato soltanto da ciò che tu sei abituato a fare nella “tua” quotidianità!
    Anzi..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: