#QuiScozia – Lo Strano caso dello Scottish National Party

Come molti di voi lettori certo sapranno, hanno da poco avuto luogo le elezioni nello UK. Al di là dell’immagine della regina, la disputa storica è sempre stata tra Labours (i riformisti, diciamo la sinistra) e i Tories (i conservatori). Negli ultimi anni sono però emerse altre forze che cercano di cambiare il disegno politico. La prima è quella  dei Liberal Democrats, che hanno però deluso aggiudicandosi solo sei seggi al parlamento. L’altra forza è lo Scottish National Party, o semplicemente SNP, che è il partito nazionale scozzese. Le previsioni, anche se già positive, non si aspettavano certo che in parlamento andassero liberati ben 56 seggi (su 59 disponibili per la Scozia) per fare spazio a Nicola Sturgeon e i suoi. Per dare un’idea della crescita del SNP, basti pensare che nelle ultime elezioni avevano ottenuto solamente 6 seggi. Nel 2015 il partito è stato in grado di appropriarsi di ben 40 seggi dei Labour e 10 dei Liberal Democrats, facendo scomparire dalla cartina scozzese i Tories, vincitori (riconfermati) delle elezioni con Cameron. Paradossalmente questo partito ha addirittura favorito la vittoria dei Tories in UK, poiché i Labours hanno sempre fatto della Scozia la loro fortezza. Ma perché questo successo così spaventoso?

Beh, nonostante il volto delle elezioni è stato quello della Sturgeon, gran merito va al suo predecessore e promotore del referendum sull’indipendenza Alex Salmond, ritiratosi (come annunciato) dopo la vittoria del “NO” al referendum. La grande campagna promulgata da Salmond nel 2014 ha fatto emergere l’SNP come un partito unitario che ben rappresenta il folklore, l’orgoglio e le necessità della Scozia. Sturgeon ha cavalcato l’onda e portato dalla sua parte quegli indecisi che avevano però votato no, superando il 50% dei voti totali Scozzesi e lasciando le briciole (1 seggio a testa) agli altri 3 partiti.

votiscozia

Da quando esistono le elezioni democratiche in UK, ossia dal 1835 (26 anni prima della nascita dell’Italia), non c’è mai stata una tale differenza di voti tra un’elezione e l’altra che avesse metà delle proporzioni di questa. Insomma, tutto questo per farvi capire che qualcosa di grosso bolle in pentola. Infatti, subito dopo la notte del 7 Maggio, Sturgeon ha iniziato a fare la voce grossa a Westminster. Tra le affermazioni lanciate spiccano “questo risultato non può essere ignorato da nessun governo dello UK” e “Cameron non può pensare di governare in autonomia su una Scozia che si è dimostrata completamente contraria alla sua politica di austerity”. E mentre la stampa e gli sconfitti già fomentavano un nuovo referendum muovendo le acque, il leader dell’SNP anticipava tutti chiarendo che non farà leva su questo risultato per tornare al voto in Scozia.

I detentori dei seggi sono stati scelti a seconda del numero di preferenze e il 56esimo personaggio ad entrare a Westminster va a segnare un’altra tacca sull’ascia dei record dell’SNP. Si tratta infatti di Mhairi Black, studentessa ventenne al quarto anno alla University of Glasgow, che ha battuto il suo concorrente Douglass Alexander (44 anni e in politica dal ’97) di oltre 6.000 preferenze diventando la più giovane parlamentare della storia moderna europea. Quando le è stato chiesto quale sarà la prima cosa che farà in parlamento, ha risposto con un sincero “prima mi devo laureare”.

In breve, queste elezioni hanno segnato una spaccatura netta tra l’opinione politica Inglese e quella Scozzese, ponendo l’accento su una popolazione fortemente unita in tutte le sue regioni sotto la bandiera dello stesso partito. Aspettiamo il prossimo passo della Sig.ra Nicola Sturgeon. E si, per chi se lo stesse chiedendo, Nicola è un nome femminile in inglese e ha l’accento sulla i! E’ la signora qui sotto 🙂

nicolasturgeon

@FrenkDeFlumeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: