Erotica(mente) – Buon Lunedì!

40.
Quaranta articoli fa mi presentavo in poche righe, eccitata e spaventata, pronta ad iniziare questa nuova avventura. 365 giorni di Erotica(mente), 40 articoli di risate, di curiosità, di spigliatezza.
I Lunedì che, con immenso piacere, sono diventati un appuntamento fisso per tante persone. Di quelle routine che quando mancano te ne accorgi e pensi ‘’oggi manca qualcosa! ‘’. E’ stato bello vedere che la nostra routine era diventata pure la vostra.

Quaranta articoli fa ero una scrittrice un po’ strampalata: i miei articoli erano confusionari e lunghissimi, non sapevo quando potevo essere sboccata e quando no, mi perdevo in sproloqui e quel poveraccio di Hermes doveva star là, ogni santo lunedì, a correggere e pubblicare e sistemare. Non so se vi ricordate il primo articolo: la Masturbazione. Diretto e coinciso, senza giri di parole: MASTURBATEVI!  imbarazzo

Abbiamo imparato un po’ di cose di cui, forse, non ci saremmo mai interessati. E’ stato un lavoro di squadra: abbiamo pensato ‘’ma secondo te gli altri che ne pensano? ‘’ o ‘’nel resto del mondo questo come lo fanno? ‘’ e ci siamo ritrovati tutti dannatamente uguali. Tutti con le stesse angosce, con le stesse domande, con le stesse voglie, con gli stessi pensieri.  Siamo, in pratica, dei cliché viventi. Però, pensateci: un cliché diventa tale perché, evidentemente, funziona. Magra consolazione: siamo tutti dei piccoli esseri umani che cercano di sopravvivere in compagnia di altri esseri umani. E nei modi più strani, tra l’altro: non penso che mi scorderò facilmente il famoso ‘’nutrire il pavone’’ di cui parlai quando ci lanciammo sul Kamasutra. O delle mogli giapponesi che mozzano orecchie a mariti ed amanti se riescono a beccarli in flagrante!

Che cosa avete imparato voi? Me lo sono chiesta spesso. Io ho imparato che in una stanza di uno street/ speed date si può incontrare tanta gente strana, quanto simpatica ed intelligente. Ho imparato che quando cresci in una determinata città la testa si conforma in un certo modo e c’è poco da fare. Ho imparato che alcuni tipi di relazione sono solo una scusa per i vigliacchi e che le fantasie peggiori (in senso buono) se le fanno anche le persone che sembrano più quiete.

Ma, sopra ogni cosa, spero voi abbiate imparato, come me, che il corpo umano è il miglior mezzo che abbiamo e che non dura per sempre. Che possiamo usarlo come vogliamo e questo è un grande dono. Che quando sei nell’intimità con una persona, se è la persona che ami, se è la persona di cui ti fidi, non devi avere paura di spogliarti e, per una volta, intendo uno spogliarsi più metaforico del solito. Diciamo che, oltre i vestiti, si possono gettare a terra le maschere e le paure. Ho rafforzato alcuni miei valori, ho sentito storie che mi hanno confermato che il tradimento non è una cosa giustificabile e che preferisco le persone sincere che si danno a tante altre persone, piuttosto che quelle che si nascondono dietro un rapporto e continuano ad entrare in mille letti. coppia-felice_500x332

Ho urlato No all’Omofobia, Sì al preservativo; No all’AIDS, Sì al sesso. No alla droga, Sì al bicchiere di vino consapevole.

Spero che quando camminerete per le strade e penserete al vostro scopamico (chiamiamolo ancora così) di cui siete irrecuperabilmente innamorati vi convinceste che è proprio il caso di confessarglielo perchè di FriendZone non si muore, di rimorsi sì. E che, magari, se incontrate il vostro ex che ancora vi fa perdere notti di sonno vi avvicinate a qualcuno e glielo dite: ‘’senti, c’è il mio ex e voglio piangere. Mi fai compagnia? ‘’, perché, ahimè, nessuno di noi sarà il primo né l’ultimo. Perché ognuno di noi ha il proprio Casper personale.

Vorrei che tutti noi domani, tra 4 giorni, tra 6 mesi, quando verremo attirati da un paio di occhi andassimo a presentarci e, nel farlo, spegnessimo per un momento la Wifi. E, allo stesso tempo, spero che non siano più così spaventose le storie a distanza perché, a quel punto, non ci sarebbe solo la Wifi ma anche una connessione più… Romantica. Vorrei che siate arrivati alla conclusione che se lo hai grande ma sei un imbecille, be’, sei solo un enorme testa di cazzo (eh, lo so, ma quando ci vuole ci vuole!). Che ogni cosa ha luogo e momento per essere detta (ricordatevi delle cose da non fare, ve ne prego), che se state sempre là a dover fingere (orgasmi e non) forse è meglio girare a largo.

sorrisE se non richiama? Non abbiamo mai risposto a questa domanda. Scappiamo tra le braccia di un amico, perché l’amicizia esiste anche tra sessi opposti, o andiamo con le nostre amiche a riconquistare il mondo perché la nostra epoca è popolata da donne forti.

Spero vi siate convinti che non c’è vergogna nel dire alle 14 del pomeriggio: ‘’senti, amore/ tesoro/ pasticcino… FAMOLO SUL COMODINO! ‘’ e ridere come matti presi dall’euforia e dalla passione. Tanto non c’è luogo o orario o stagione più consono rispetto ad un altro, questo lo abbiamo capito, e non c’è età: 50 o 25, che importa? Tutti noi abbiamo avuto una prima volta e una brutta figura. Quindi ditelo: dite che quello vi piace, che quello non vi piace, che vi sentiti astronauti, che volete provare una cosa nuova o rifare quella cosa vecchia che però… Uao!

Perché non c’è cosa più divertente che vivere tutto questo con la persona che ami.
Peace&Love,
Grazie!
Elena
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: