#QuiLondra – Cosa non perdere a Londra nel mese di gennaio

Sebbene gennaio sembri essere il mese in cui ci si è promessi di non mettere mano alle proprie tasche dopo il lungo periodo natalizio, e quello in cui talvolta ci si ritira in letargo in attesa della stagione primaverile, Londra regala una lunga lista di eventi imperdibili, tali da far credere che la capitale inglese sia sempre una città da scoprire perché non si sarà mai in grado di conoscerla abbastanza.

Approfittando infatti dei voli low cost e delle promozioni su hotel e appartamenti, la città più cosmopolita d’Europa ospiterà feste e fiere internazionali in grado di farvi desiderare di uscire dal letargo in cui vi sarete rifugiati.

Burns Night

1421088332555Il 25 gennaio di ogni anno si celebra il compleanno del poeta scozzese Robert Burns, nato alla fine del Settecento nell’estremo Sud della Scozia, ad Alloway, e ritenuto come colui che ha saputo raccontare la Scozia come nessun altro prima. Burns scrisse infatti le sue opere in un’epoca in cui gli scozzesi avevano bisogno di qualcuno che ricordasse loro pubblicamente la forza e la bellezza di quella terra a nord della Gran Bretagna.

Per questo motivo, ebbe sempre il consenso del suo popolo, animando i movimenti nazionalisti come successe con Walter Scott.

Per la Burns Night ci si riunisce in pub o centri letterari e, come da tradizione, si mangia solo haggis, ossia un polpettone composto da interiora macinate e impastate con farina di avena, cucinate a vapore dentro lo stomaco di una pecora.
The France Show

Per gli amanti della nouvelle cousine, presso l’Olympia Exhibition Centre dal 29 al 31 gennaio si apre la più grande fiera francese nel Regno Unito, con dimostrazioni di cucina tenute da rinomati chef francesi e degustazioni di vini, formaggi ed altri prodotti tipici.

Australia Day

Ricorre il 26 gennaio per celebrare l’anniversario della nascita dell’ex colonia inglese  e ci si può unire ai festeggiamenti presso tutti i locali australiani sparsi per la città.

London Art Fair

Una delle più importanti fiere d’arte nel Regno Unito si aprirà il 20 gennaio presso il Business Design Centre di Londra e proseguirà per i successivi quattro giorni, con esposizioni d’opere d’arte contemporanea prodotte da artisti affermati o emergenti.

Lumiere London Festival

_87577914_87577913.jpg

Dal 14 al 17 gennaio, alcune zone di Londra saranno illuminate da numerosi artisti internazionali, ricreando acquari con pesci esotici nelle tradizionali cabine telefoniche o forme umane sedute su tetti spioventi.

La Fiera del Giocattolo

Per i più piccini ma anche per chi si sentisse un eterno Peter Pan o semplicemente in vena di sperimentare i nuovi giocattoli del futuro, l’Olympia Grand Hall dal 24 al 26 gennaio, con più di duecento stand, ospita la fiera del giocattolo.

London Short Film Festival

ShortiesOpenYellow_web.jpg

Per gli amanti del cinema, dall’8 al 17 gennaio si apre a Londra la tredicesima edizione del Festival del Cortometraggio, con numerose proiezioni di corti e documentari di talenti affermati ed emergenti.

Inoltre, anche CinemaItaliaUK dà il via a un nuovo anno all’insegna del meglio del cinema italiano contemporaneo e lo fa proponendo due titoli che parlano dell’Italia di oggi, un Paese che sta cambiando. Domenica 17 gennaio al Genesis Cinema di Londra si comincia con NapolIslam, un documentario scritto e diretto da Ernesto Pagano, giornalista, traduttore dall’arabo, autore di documentari che ha vissuto al Cairo dal 2005 al 2008.

NapolIslam è la città di Napoli guardata da un’altra prospettiva, quella dell’islamizzazione dell’Europa. Una telecamera segue dieci napoletani che si sono convertiti all’Islam, raccontandone le vite, i drammi interiori, le confessioni intime e registrando i piccoli e grandi scontri di civiltà che avvengono all’interno delle mura domestiche. Un mosaico di storie, a volte tragiche, altre comiche, tutte diverse, eppure accomunate dall’esigenza di reagire a una crisi spirituale ed economica che ormai investe l’intera società.

La rubrica QuiLondra si augura possiate lasciarvi coinvolgere da una città, come Londra, che non va mai in letargo.

Ci vediamo il martedì.

Intanto potete seguirmi anche qui.

Antonia Di Lorenzo

autrice di Quando torni? – un romanzo sugli italiani in Regno Unito

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: