#QuiLondra – Gli eventi da non perdere a Londra tra Giugno e Luglio

Se l’evento più atteso nel mese di giugno in tutto il Regno Unito è stato il novantaseiesimo compleanno della Regina Elisabetta, celebrato l’11 giugno con feste in ogni angolo di strada e con il celebre Trooping the Ccompleanno Regina Elisabettaolour, una spettacolare parata militare che ha attraversato la capitale, Londra ci regala ancora numerosi eventi che si terranno tra i mesi di Giugno e Luglio.

Il Torneo di tennis di Wimbledon. È l’evento che fa impazzire tutto il Regno Unito dal 27 giugno al 10 luglio. Per assistere a qualche scambio sul campo, i biglietti sono acquistabili in prevendita o il giorno stesso.

Taste of London Festival. Dal 15 al 19 giugno, i migliori chef della capitale serviranno i loro piatti offrendo altresì dimostrazioni di cucina a Regent Park per tutti gli appassionati di gastronomia.

Greenwich & Docklands International Festival. Dal 24 giugno al 2 luglio, numerosi spazi pubblici di Greenwich si trasformano in aree in cui artisti provenienti da tutto il mondo propongono spettacoli di danza nonché teatrali.

kori-kori_cieoposito_onzebouge5xaviercantat_web1.png

Pride Festival. La manifestazione annuale della comunità lesbica, hay, bisessuale e transessuale si terrà quest’anno il 26 giugno affollando le strade della capitale.

Hampton Court Flower Show. Dal 5 al 10 luglio l’Hampton Court Palace Flower Show, l’esposizione floreale annuale più grande al mondo, attirerà quest’anno numerosi appassionati per ammirare i meravigliosi giardini e le vivacissime mostre floreali.

BBC Proms. Per gli appassionati della musica classica, il BBC Proms è l’evento di musica classica più grande al mondo, offrendo al pubblico concerti e recital ogni giorno per un periodo di otto settimane, a partire dal 15 luglio fino al 10 settembre, presso la Royal Albert Hall.

Inoltre per tutto il periodo estivo Buckingham Palace apre al pubblico dando ai visitatori la possibilità di entrare nelle stanze sontuose della dimora reale ed ammirare le mostre appositamente dedicate ai reali inglesi.

Noi ci rivediamo tra due martedì.

Intanto potete seguirmi anche qui.

Antonia Di Lorenzo

autrice di Quando torni? – un romanzo sugli italiani in Regno Unito

© RIPRODUZIONE RISERVATA

#QuiLondra – Uno sguardo su Buckingham Palace per conoscere la Regina

Scambiando due chiacchiere con un tipico gentleman inglese, ad un certo punto mi dice: “In Inghilterra potresti anche avanzare insulti nei confronti di un politico, ma semmai dovesse saltarti per la testa di aprire la finestra di quest’ufficio ed insultare la Regina a squarciagola, qualcuno verrebbe ad ucciderti”, esclama sghignazzando, continuando a bere la sua tazza di tea bollente, mentre io appoggio la mia sulla scrivania.

Stava chiaramente scherzando, ma sta di fatto che, a scanso di equivoci, ho prontamente eliminato dalla mia testa ogni idea bizzarra che rassomigliasse ad una di questo tipo.

God-Save-the-People-London-Fashion-WeekSe da un lato è sempre stato evidente il profondo rispetto del popolo inglese nei confronti della Corona, dall’altro è come se si avvertisse una sorta di timore reverenziale nei confronti della Regina Elisabetta II, sia da parte del suo popolo che dagli altri membri della famiglia reale, che in un certo senso si prestano ad essere anche loro sui sudditi diretti.

Nata a Londra il 21 Aprile del 1926 – ricorrendo proprio quest’oggi il suo 89esimo compleanno, celebrato ufficialmente come di consueto in giugno – e sposata dal 1947 con il principe Filippo, duca di Edimburgo, la Regina Elisabetta II è diventata la sovrana più anziana di tutti i tempi, il cui regno è al 48esimo posto nella classifica dei regni più longevi della storia.

Sovrana della Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, ma anche di Antigua e Barbuda, Australia, Bahamas, Barbados, Belize, Canada, Grenada, Giamaica, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Isole Salomone, Santa Lucia e Tuvalu. Ricopre inoltre il ruolo di Capo Supremo della Chiesa d’Inghilterra, Capo del Commonwealth e Lord of Man – Capo di Stato dell’isola di Man.

Leggi il resto dell’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: